Con il termine provvedimento disciplinare s'intende un atto con cui l'Istituto esercita il proprio potere, nell'ambito delle sue funzioni, di infliggere sanzioni agli alunni per violazioni di norme di condotta che regolano il loro comportamento.
1. I provvedimenti disciplinari devono perseguire una finalità educativa e tendere al rafforzamento del senso di responsabilità ed al ripristino di rapporti corretti all'interno della comunità scolastica.
2. Un provvedimento disciplinare può essere adottato solo dopo la contestazione degli addebiti allo studente, sentite e vagliate le sue giustificazioni. La responsabilità disciplinare è personale.
3. Non possono essere inflitte sanzioni diverse, per tipo e durata, da quelle previste nel presente regolamento, fatte salve quelle espressamente previste da Leggi dello Stato.
4. Le sanzioni devono essere sempre temporanee, proporzionate alla infrazione disciplinare e ispirate al principio della riparazione del danno e devono tenere conto della situazione personale dello studente. Le sanzioni che comportano l’allontanamento dalla comunità scolastica per un periodo inferiore ai 15 giorni sono adottate dal Consiglio di Classe; le sanzioni che comportano un allontanamento superiore ai 15 giorni sono sempre adottate dal Consiglio di Istituto.
5. L'esercizio del potere sanzionatorio spetta ai soggetti indicati nell'allegato A, nei limiti delle specifiche competenze.

Attachments:
Download this file (REGOLAMENTO di disciplina.pdf)REGOLAMENTO di disciplina.pdf[ ]589 kB

 

tasto home